stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
logo del comune
Comune di Verzuolo
Stai navigando in : Modulistica > Area amministrativa contabile
ap_elezioni.png
Area amministrativa contabile

L'imposta comunale sugli immobili, meglio nota con l'acronimo ICI, è stato un tributo comunale che aveva come presupposto impositivo la proprietà di fabbricati e terreni agricoli ed edificabili situati nei confini della Repubblica Italiana. È stata sostituita nel 2012 dall'Imposta municipale propria (IMU). Era una imposta gravante sul patrimonio immobiliare; non era progressiva come le imposte sul reddito, ma gravava sul valore del fabbricato con una percentuale fissa decisa dal Comune con un'apposita delibera del consiglio comunale, da emanarsi entro il 31 dicembre di ogni anno con effetto per l'anno successivo.
ICI - ALIQUOTE ANNO 2011
ICI - Imposta Comunale sugli Immobili - Regolamento per l'applicazione dell'imposta sugli immobili 16.11.04
L'imposta municipale unica (IMU) o imposta municipale propria è un'imposta del sistema tributario italiano. Si applica sulla componente immobiliare del patrimonio e accorpa l'imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF), le relative addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari su beni non locati, l'imposta comunale sugli immobili (ICI).
ALIQUOTE IMU 2015 ACCONTO
ALIQUOTE IMU E TASI ANNO 2016
I.M.U. - ALIQUOTE 2012 e 2013
I.M.U. - Aliquote anno 2014
I.M.U. - Aliquote anno 2015
I.M.U. - DICHIARAZIONE
I.M.U. - ISTRUZIONI per la compilazione
I.M.U. - MANIFESTO PRIMA RATA 2013
I.M.U. - Modello di richiesta rimborso
I.M.U. - VALORI MINIMI AREE FABBRICABILI ANNO 2013
I.M.U. - VALORI MINIMI AREE FABBRICABILI ANNO 2014
I.M.U. - VALORI MINIMI AREE FABBRICABILI ANNO 2015
IMU - VALORI MINIMI AREE FABBRICABILI ANNO 2016
ZONA MONTANA E ZONA PIANURA FINI I.M.U.
L'imposta unica comunale è composta da IMU (imposta municipale unica), TARI (tassa sui rifiuti) e TASI (tributo per i servizi indivisibili). L'IMU si applica su tutte le categorie di immobili escludendo le abitazioni principali ed una pertinenza, la base imponibile su cui calcolarla è data dalla rendita catastale. La TASI viene calcolata con lo stesso criterio. La TARI viene calcolata sulla base della tariffa quantificata in base ai criteri stabiliti precedentemente con l'introduzione della TIA e della TIA2 in ossequio al principio che chi produce più rifiuti più paga. Di competenza degli enti locali, per individuare eventuali esclusioni o riduzioni occorre esaminare i regolamenti comunali in merito, che devono essere pubblicati nel sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) ed in quello comunale.
I.U.C. - Regolamento per la disciplina dell'Imposta Unica Comunale
Calendario Raccolta Rifiuti 2015
Calendario Raccolta Rifiuti 2016
Calendario Raccolta Rifiuti 2017
Calendario raccolta vegetali 2016
Calendario Raccolta Vegetali 2017
Il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES) è stato, nel sistema fiscale italiano, il tributo relativo alla gestione dei rifiuti. Il tributo è stato in vigore dal 1º gennaio 2013 e aveva come obiettivo (tramite il rispettivo gettito fiscale) la copertura finanziaria del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti del comune di residenza: l'importo dipendeva dalla superficie dell'immobile, dal numero dei residenti, dall'uso, dalla produzione media dei rifiuti.
TARES - Regolamento per la disciplina del tributo
TARES - Tariffe anno 2013
La tassa sui rifiuti (TARI) è la tassa relativa alla gestione dei rifiuti in Italia. La tassa è destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore. Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali che non siano detenute o occupate in via esclusiva. La TARI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.
TARI - Modello per Utenze DOMESTICHE
TARI - Modello per Utenze NON DOMESTICHE
TARI - Scadenza rate 2014
TARI - Tariffe anno 2014
TARI - Tariffe anno 2015
TASI riguarda i servizi comunali indivisibili, cioè quelli rivolti omogeneamente a tutta la collettività che ne beneficia indistintamente, con impossibilità di quantificare l'utilizzo da parte del singolo cittadino ed il beneficio che lo stesso ne trae. Tra essi sono compresi, quindi, i servizi di: polizia locale, protezione civile, viabilità, manutenzione del verde pubblico, tutela dell'ambiente, del territorio, degli immobili comunali, del patrimonio storico, artistico e culturale, pubblica illuminazione, socio-assistenziali, cimiteriali e relativi alla cultura e allo sport. Insieme alle aliquote del TASI, il Comune dovrà approvare l'elenco dei servizi che verranno pagati con l'introito del nuovo tributo e le somme destinate a ciascuno di essi.
ALIQUOTE TASI 2015
Tariffa di igiene ambientale
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Fitofarmaci
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Guida alla Raccolta differenziata
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Manuale di utilizzo composter
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Modulo richiesta cassonetti verde
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Modulo richiesta composter
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Planimetria punti di raccolta R.S.U. porta a porta
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Regolamento per l'applicazione della tariffa di igiene ambientale
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Tariffe per utenze domestiche Anno 2010
Tariffa di igiene ambientale (T.I.A.) - Tariffe per utenze non domestiche Anno 2010
Tariffa di Igiene Ambientale (T.I.A.). Tariffe per utenze domestiche Anno 2011
Tariffa di Igiene Ambientale (T.I.A.). Tariffe per utenze domestiche Anno 2012
Tariffa di Igiene Ambientale (T.I.A.). Tariffe per utenze Non domestiche Anno 2011
Tariffa di Igiene Ambientale (T.I.A.). Tariffe per utenze Non domestiche Anno 2012
Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche
AVVISO TOSAP E PUBBLICITA' 2017
Regolamento e Tariffe
Modelli autocertificazione
CONTRATTI DI LOCAZIONE ABITATIVA CONCORDATA - DELIBERAZIONE
CONTRATTI DI LOCAZIONE ABITATIVA CONCORDATA - PLANIMETRIA
CONTRATTI DI LOCAZIONE ABITATIVA CONCORDATA - PROTOCOLLO D'INTESA
DOMANDA DI DEFINIZIONE CON ADESIONE DEL VALORE AREEE EDIFICABILI ALL. DEL GC 55-2016
DICHIARAZIONE ASSEVERATA ALLEGATO ALLA DELIBERA GC 55-2016
CONTRATTI DI LOCAZIONE ABITATIVA CONCORDATA - MODULISTICA







Comune di Verzuolo - Piazza Martiri della Libertà, 1 - 12039 Verzuolo (CN)
  Tel: 0175.25.51.11   Fax: 0175.25.51.19
  Codice Fiscale: 85000850041   Partita IVA: 00308170042
  P.E.C.: verzuolo@cert.ruparpiemonte.it   Email: protocollo@comune.verzuolo.cn.it
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento