stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Verzuolo
Stai navigando in : Territorio > Cultura a porte chiuse
Cultura a porte chiuse
Una rubrica culturale per viaggiare e curiosare utilizzando Internet e i social network. Perché nonostante l'emergenza sanitaria causata dal Coronavirus la cultura non si ferma.
MUSEO VIRTUALE DEDICATO A RAFFAELLO

In occasione dei 500 anni dalla morte di Raffaello (Urbino, 28 marzo o 6 aprile 1483 – Roma, 6 aprile 1520) l'agenzia di viaggio Musement ha creato un museo virtuale che comprende oltre un centinaio di opere del famoso pittore e architetto del Rinascimento. Comodamente da casa si possono scoprire i capolavori più famosi e alcune gemme meno conosciute nei migliori musei del mondo, tra cui i Musei Vaticani, il Louvre, la Galleria degli Uffizi, il Prado, Villa Borghese e il Museo dell'Ermitage. 

Qualche esempio? «Le Tre Grazie», conservate al Museo Condé di Chantilly, in Francia. Oppure «San Giorgio e il drago» alla National Gallery of Art di Washington. E ancora: «La Madonna del cardellino» alla Galleria degli Uffizi di Firenze.



Link:


S.T.U.R.A. - Storia del Territorio e dell’Uomo lungo le Rive e sull’Acqua

La rubrica questa volta resta in provincia Granda. Fino al 14 giugno, in via speciale, sarà disponibile su Youtube "S.T.U.R.A. - Storia del Territorio e dell’Uomo lungo le Rive e sull’Acqua", docufilm diretto da Davide Borra solitamente proiettato presso la sala cinematografica del Castello dei Principi d'Acaja nell'ambito del percorso di visita.

Un viaggio nel tempo e nel territorio della Provincia di Cuneo. L’areale che vede lo scorrere del fiume Stura di Demonte, nel territorio in cui la città di Fossano è baricentrica, Identifica quello che è riconosciuto come “basso Piemonte”, in provincia di Cuneo. Le ricerche geologiche, archeologiche e storiche hanno ritrovato, messo in luce e valorizzato il racconto dell’uomo in questo territorio, a partire dagli insediamenti preistorici (varie grotte pedemontane), passando per l’età romana (Augusta Bagiennorum), tutto il medioevo (dalla necropoli longobarda di S.Albano Stura a pressochè tutti i paesi) fino all’età moderna e contemporanea. S.T.U.R.A. - Storia del Territorio e dell’Uomo lungo le Rive e sull’Acqua, è l’acronimo che da il titolo al docu-film e che sottolinea proprio il rapporto tra i due attori principali, l’uomo e il territorio; il primo fugace, ma incisivo, il secondo eterno, cornice di tutti gli eventi passati, presenti e futuri. Il film abbraccia sette epoche, dalla preistoria alla II guerra mondiale ed è stato girato nei luoghi oggetto dei ritrovamenti e/o delle realizzazioni antropiche. I quasi cinquanta rievocatori storici, non professionisti, sono stati convalidati dai tutori scientifici della Soprinendenza del PIemonte e si sono prestati a rievocare situazioni di vita quotidiana accaduti in quegli luoghi. Così, di epoca in epoca, scorrono le immagini dell’approvvigionamento del cibo, (prima con la caccia, poi con la coltivazione fino alla produzione industriale), delle attività militari (la ronda romana, il castellum medievale), delle arti e degli svaghi (ars venatoria, feste di corte), delle attività culturali (l’accademia letteraria, la lezione di piano) o meno nobili (il monatto) arrivando all’automazione industriale fino all’epilogo, nel 1945 (il partigiano) La voce fuori campo evoca il ruolo dell’uomo e del suo rapporto con la storia ed il territorio, lasciando alle immagini il compito documentaristico. Il documentario è stato girato nel febbraio 2019. La prima visione è stata fatta il 6 Aprile 2019 presso il castello Acaia di Fossano dov’è stata allestita la sala di proiezione semicircolare nell’aula sommitale della torre Ovest. E' stato selezionato ed esposto nelle rassegne internazionali ArcheoVirtual 2019 (Paestum - SA) e Firenze ArcheoFilm 2020 (data da destinarsi). Scritto e diretto da Davide Borra Prodotto da Unione del Fossane con progetto ALCOTRA " “Raccontare un territorio – paesaggio, archeologia e geologia come motore di sviluppo del territorio” 2018-2019" e cofinanziamento Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT. Realizzato da No Real Interactive srl e ARCA Studios

 



Link:


VISITA VIRTUALE DELLA CASA DI CLAUDE MONET

Voglia di viaggiare? Per la rubrica "Cultura a porte chiuse" vi portiamo in Francia e per la precisione a Giverny, dove il 5 dicembre 1926 morì Claude Monet. Ed è proprio nella casa del pittore impressionista che oggi vi portiamo con un tour virtuale proposto dalla Fondation Monet.


Link:


IL MUSEO DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA

Il più grande Museo della Scienza e della Tecnica d'Italia ha lanciato, in risposta all'emergenza Coronavirus, l'iniziativa #storieaportechiuse, racconto digitale che mostra ai visitatori "quello che normalmente non possono vedere e raccontare alcune delle storie più belle del Museo anche in questo periodo di chiusura". Le collezioni, i laboratori interattivi, l'attualità scientifica, i dietro le quinte. Da seguire da casa attraverso pillole video, immagini e documenti inediti utilizzabili sulla pagina Facebook e Instagram del museo. Esempi? Tutti i lunedì, storie dai depositi e dietro le quinte, martedì, laboratori interattivi, giovedì i racconti dalla storia del museo. Sabato si parla di spazio e astronomia, domenica di Leonardo. E tutti i materiali restano comunque disponibili on line.


Link:


MUSEO EGIZIO DI TORINO

Nel rispetto delle prescrizioni per limitare il contagio da Covid-19 anche il Museo Egizio di Torino è chiuso. Per continuare a divulgare un patrimonio che appartiene alla comunità, però, il museo pubblica ogni giorno nuovi contenuti sul suo canale YouTube. L'iniziativa si intitola «Il Museo Egizio a casa tua». Un esempio? «Le Passeggiate del Direttore», visite virtuali nelle sale guidati dal direttore Christian Greco, ogni giovedì e sabato alle ore 11:00. E ancora: «Istantanee dalla collezione», pillole-video nelle quali i curatori raccontano alcuni tra gli oggetti più curiosi e speciali della collezione (nuovi episodi ogni lunedì). Uno spazio è dedicato anche ai più piccoli come in «L’antico Egitto fai da te», video tutorial e mini laboratori per costruire manufatti proprio come facevano gli antichi Egizi.


Link:


MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI REGGIO CALABRIA

Il Coronavirus impedisce i viaggi, ma almeno su Internet è possibile continuarli a fare. Tra i siti italiani che meritano sicuramente una visita c'è il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.
Tra le attività online è operativa la rubrica «Il mistero dei Bronzi», per raccontare la storia e le storie dei meravigliosi Bronzi di Riace. I due capolavori dell'arte greca antica, maestosi e perfetti, sono, infatti, i protagonisti indiscussi della collezione archeologica museale. Ma tante sono le domande, ancora senza risposta, sulle due eccezionali statue del V secolo a.C. naufragate nelle acque dello Stretto di Messina. È possibile approfondire questi misteri e tante altre curiosità sulla pagina Facebook del museo @museoarcheologicoreggiocalabria



Link:


IL CASTELLO DI VERZUOLO CON LA DELEGAZIONE FAI SALUZZO

Anche la Delegazione FAI Saluzzo ha avviato una rubrica online per continuare a raccontare le bellezze del nostro territorio. Si chiamano «Escursioni virtuali» e nella puntata di domenica 10 maggio hanno parlato anche di Verzuolo, in particolare del Castello. Sono visibili sulla pagina Facebook Delegazione FAI Saluzzo»



Link:


«IPERVISIONI» NELLE GALLERIE DEGLI UFFIZI DI FIRENZE

Le hanno battezzate «Ipervisioni». Sono i tour virtuali messi a punto dallo staff de Le Gallerie degli Uffizi di Firenze che consentono di scoprire le bellezze del museo. Tra le esperienze proposte, raggiungibili sul sito web del museo, anche video in 3D che ti «catapultano» tra i corridoi delle gallerie facendoti dimenticare di essere a casa. Ad esempio, si possono visitare «La Sala delle Dinastie e le Sale del Cinquecento veneziano», ma anche ascoltare «Fabbriche di storia», 12 capolavori raccontati in un emozionante audio-percorso in italiano e nella lingua madre di alcuni narratori come arabo, farsi, mandarino, francese e spagnolo.


Link:


Comune di Verzuolo - Piazza Martiri della Libertà, 1 - 12039 Verzuolo (CN)
  Tel: 0175.25.51.11   Fax: 0175.25.51.19
  Codice Fiscale: 85000850041   Partita IVA: 00308170042
  P.E.C.: verzuolo@cert.ruparpiemonte.it   Email: protocollo@comune.verzuolo.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.