Verzuolo, le sue frazioni - FALICETTO

Dettagli del documento

Descrizione

Falicetto, frazione di Verzuolo, è situata in un territorio piacevole da percorrere tanto più se la stagione è quella della fioritura delle numerose piante da frutto: meli, kiwi, peschi, albicocchi.

In questa frazione dove oggi lo spazio è occupato da moderne colture e da impianti all'avanguardia per la lavorazione e conservazione della frutta, stanno le più antiche origini documentabili di Verzuolo, risalenti alla dominazione romana.

Dopo le invasioni barbariche, vi si fermò la dominazione longobarda: la cronaca della novalesa riferisce che a Falicetto il duca Astolfo costruì un monastero femminile, dipendente da quello di Pagno; tale monastero fu poi distrutto dai saraceni e mai più ricostruito. Un altro monumento invece durò più a lungo: la chiesa di S.Giovanni Battista, pieve importante da cui dipendevano tutte le parrocchie della Valle Varaita. Nel 1831 questa chiesa ormai pericolante fu abbattuta e sotto le sue fondamenta furono ritrovati i resti dei più antichi edifici e lapidi romane spezzate. Muletti salvò una lapide in bel marmo bianco di Brossasco e la ricompose. Attualmente è visibile nel museo archeologico di Cuneo.

L'origine dell'attuale Chiesa parrocchiale risale alla peste del 1630, poichè fu eretta dai superstiti che ringraziavano per lo scampato pericolo e la consacrarono a San Bartolomeo.

Ultimo aggiornamento

Ultima modifica avvenuta il venerdì 23 giugno 2023, 12:28

Creazione

Inserito sul sito il mercoledì 02 settembre 2009 alle ore 09:08:02 per numero giorni 5397

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri